La letteratura e l’Altro

Pubblichiamo uno spunto di Stefano Zaffino, giovane studente di 21 anni di Lettere moderne presso l’Università degli Studi di Lecce.

Nell’ultimo periodo ho affrontato un esame di letteratura inglese che sicuramente mi ha messo in discussione. Perché? Perché abbiamo trattato una tematica assai attuale che riguarda il problema dell’immigrazione. Vi starete domandando: Ma cosa c’entra la letteratura con l’immigrazione? Bene, proverò a spiegare quanto essa sia importante all’interno della società e i rimedi che essa può dare.

Carlos Fuentes, un noto scrittore del nostro secolo è partito proprio da questa considerazione ed in uno scambio epistolare è riuscito insieme ad un altro scrittore inglese di origini indiane, Salman Rushdie, a far comprendere “che abbiamo bisogno dell’estraneo per sentirci completi”. Ma abbiamo tantissimi altri scrittori, tra cui lo stesso Edward Said che ci parla dell’importante ruolo che l’intellettuale ha all’interno della società e la sua attività principale è quella della critica.

Essa deve essere soprattutto mondana, perché deve mantenere una dimensione aperta e interdisciplinare in opposizione a qualsiasi tipo di approccio che tenda a dividere e oppositiva, perché deve essere prodotta nell’interesse della libertà di tutti. Anche Chinua Achebe, altro scrittore famoso, nella sua opera ‘Things Fall Apart’ in opposizione a ‘Cuore di tenebra’ di Conrad ci dice che “la cosa peggiore che possa accadere a qualsiasi popolo è la perdita della dignità e del rispetto di sé”. 

A termine di questa brevissima riflessione sicuramente dovrebbero risuonare in mente le parole di Papa Francesco: i migranti non sono un pericolo ma sono in pericolo. Tutto questo a causa delle guerre che noi occidentali abbiamo portato all’interno dei loro territori per una questione di profitto economico e mettendo da parte la dignità della persona. Ci facciamo i migliori auguri, affinché la nostra amata Europa da “nonna” torni ad esser la “madre” dei tanti poeti e letterati che hanno contribuito al miglioramento della società.

Comments are closed.